A Venezia la scuola Iulm-Cdp per i top manager italiani del turismo

Show all


Definite ieri a Venezia le intese per la collaborazione tra Regione Veneto, Comune di Venezia e Cdp finalizzata ad individuare
strumenti ed iniziative per il supporto agli enti locali: con particolare riferimento – si legge in una nota – alla citt
di Venezia, si prevede la realizzazione di nuovi investimenti e interventi immobiliari da parte di Cdp, fra questi, il principale
sar il piano di recupero del complesso dell’ex Ospedale a Mare al Lido. Lo sviluppo immobiliare dello storico complesso
destinato ad ospitare un albergo gestito dal Gruppo Th Resorts ed un resort di livello internazionale gestito da Club Med
per un totale di 525 camere, con un investimento di 132 milioni interamente sostenuto da Cdp. L’investimento avr ricadute
economiche sul territorio stimabili in circa 77 milioni, una volta che le strutture saranno a regime, si stima un giro di
affari di 14 milioni l’anno ed un impatto occupazionale di 500 nuovi posti di lavoro.

La seconda iniziativa, che vede Cdp accanto ai partner Th Resorts e Universit Iulm di Milano prevede la creazione, all’interno
del complesso immobiliare dell’ex Ospedale a mare nella sua futura configurazione, di The Italian Hotel School. Il progetto
mira a sviluppare le competenze e i profili professionali pi richiesti sul mercato del lavoro attraverso una stretta collaborazione
con le imprese del settore turistico, iniziando proprio dai resort che sorgeranno in loco e che consentiranno la fondamentale
pratica sul campo.

Al tempo stesso stato siglato oggi tra il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, Gian Marco
Centinaio e l’ad di Cdp, Fabrizio Palermo, un accordo finalizzato a fornire supporto finanziario ai settori agricolo, agroalimentare
e turistico. L’intesa prevede la costituzione di un tavolo di lavoro dedicato alla selezione di progetti per lo sviluppo di
questi settori, ai quali il Mipaaft assicurer copertura finanziaria, anche attraverso risorse europee, e supporto istituzionale
per l’attivazione di specifici strumenti finanziari a livello regionale o multiregionale. Parallelamente, Cdp metter a disposizione
strumenti di liquidit.

© Riproduzione riservata



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *